Agricoltura in Australia

Uno dei Paesi più importanti dell'Oceania è l'Australia, una terra lontana che oggi si presenta come una meta quasi Covid-free, dove la vita è come prima. O quasi. Ma cosa sappiamo dell'Australia? Possiamo iniziare immaginando che con una tale estensione di terreno l'agricoltura in Australia è importante.

E così è, l'agricoltura e l'uomo sono stati intimamente legati dall'inizio dei tempi, e nel caso dell'Australia, dal momento della sua colonizzazione da parte del Regno Unito. Ma che tipo di colture ci sono, dove sono i campi, dove viene esportato? Tutto questo oggi, nel nostro articolo Absolut Travel.

Australia

Come abbiamo detto sopra, l'agricoltura è un'attività molto importante nello sviluppo di paesi come l'Australia, dove l'estensione del territorio è gigantesca. Qui, tradizionalmente, ha dominato grano e bestiame E così è ancora oggi, nel XNUMX° secolo.

È vero che gran parte del terreno australiano è arido, ma non tutti, e gli australiani hanno faticato a installare sistemi di irrigazione importanti che combattono giorno dopo giorno la naturale aridità della terra. Il paese ha più di sette milioni di chilometri quadrati di superficie, tra montagne, deserti, spiagge tropicali e saline.

Agricoltura in Australia

Cosa si coltiva in Australia? Principalmente frumento e orzo, canna da zucchero, lupini (è il principale produttore mondiale), ceci (è il secondo al mondo), colza, uva e in misura minore coltiva anche riso, mais, agrumi e altri frutti.

Ma vediamo, i principali prodotti dell'agricoltura australiana sono il grano, l'orzo e la canna da zucchero. Lo seguono in materia agricola bovini, bovini e bovini, e suoi derivati ​​come latticini o lana, carne di agnello, frutta e verdura. Il grano sta guidando e cresce in tutti gli stati, sebbene ci siano "cinture di grano" nel sud-est e nel sud-ovest del paese. Ma contrariamente ai suoi concorrenti dell'emisfero meridionale, il paese non ha inverni o primavere standard, quindi la sua produzione è concentrata sul grano a grani bianchi (per pane e pasta) e non produce grani rossi.

Viene piantato in inverno, maggio, giugno e luglio, e la raccolta inizia nel Queensland a settembre o ottobre e termina a Victoria e nel sud dell'Australia occidentale a gennaio. La produzione è altamente meccanizzata e la coltivazione dei cereali va di pari passo con l'allevamento del bestiame e la coltivazione dell'orzo e di altri cereali. Entrambe le cose funzionano nello stesso stabilimento agricolo.

Cereali, semi oleosi e legumi sono prodotti su larga scala, sia per il consumo umano che per l'alimentazione del bestiame ordinario. La canna da zucchero è coltivata ai tropici ed è importante anche nell'economia nazionale, ma come non è sovvenzionato (come in Europa o in America), fa fatica a competere, ad esempio, con l'industria saccarifera brasiliana, che la batte di molto nella concorrenza.

La coltivazione della canna è molto importante sulla costa del Queensland e nel nord del New South Wales o nell'area irrigata artificialmente dell'Australia occidentale. Non c'è quasi nessun lavoro manuale, tutto è altamente meccanizzato, dalla semina alla raccolta e alla molitura.

La carne è un classico dell'Australia anche se è bestiame Non è famoso come l'argentino o venduto come il brasiliano, per esempio. Ma va detto che è il secondo esportatore di carne dopo il Brasile. In tutti gli stati dell'Australia i bovini sono allevati e dipendono sostanzialmente dal mercato estero perché quasi il 60% della produzione viene esportato, in particolare Giappone, Corea e Stati Uniti.

Prima dell'arrivo degli europei in Australia non c'erano stati vincitori qui. Sono stati gli inglesi a portare alcune gare il Hereford, Aberdeen Angus o Bos taurus che alla fine è quello che ha prevalso. Oggi ci sono molte lamentele contro questa attività, poiché in tutto il mondo si parla di riduzione del consumo di carne, vegetarianismo, crudeltà sugli animali e riscaldamento globale dovuto alle feci animali, ma tutto rimane uguale.

E che dire del pecora? Negli anni '70 del XX secolo il numero di capi di bestiame era enorme, ma da allora ha cominciato a diminuire e oggi è un terzo di quello che era allora. Ancora l'Australia rimane leader mondiale nella produzione di lana merino. E che ci sono sempre meno allevatori di bestiame e più agricoltori che uniscono il bestiame ai cereali.

Le olive sono coltivate in Australia dal XNUMX° secolo. I primi uliveti furono piantati a Moreton Bay, nel Queensland, in una prigione (ricordiamo che l'origine del paese è quella di essere una colonia penale). A metà dell'Ottocento gli ettari coltivati ​​a uliveto erano migliaia e così sono cresciuti nel tempo. Oggi viene esportato negli Stati Uniti, in Europa, Cina, Giappone e Nuova Zelanda. Quando i cinesi hanno iniziato a consumare più olio d'oliva hanno iniziato a investire in Australia quindi sembra che la produzione aumenterà.

anche il cotone è cresciuto e come abbiamo detto prima, riso, tabacco, frutti tropicali, mais, sorgo… E sì, l'uva per il produzione di vino. La viticoltura ha conosciuto un boom negli anni '90 e quasi la metà della produzione è stata esportata nel Regno Unito e, in misura molto minore, in Nuova Zelanda, Canada, Stati Uniti e Germania.

Infine, va detto che il governo australiano è molto coinvolto in tutte le attività rurali: dall'incentivo che ha dato ai primi pionieri del lavoro della terra, passando per le diverse attività di ricerca che svolge o i servizi educativi e sanitari che offre, all'organizzazione del mercato nazionale e internazionale, al controllo dei prezzi, ai sussidi e così via sopra.

Il cinema australiano ha diversi film che riflettono questo intenso legame delle persone con la terra. Se mi ricordo mi ricordo la serie televisiva L'uccello canta prima di morire, in cui la dama innamorata del prete era proprietaria di un vasto e ricco ranch; anche Australia, il film con Nicole Kidman che parla di allevatori di bestiame; o diverse altre serie i cui protagonisti sono dedicati alle attività agricole. Le figlie di McLeod, Per esempio.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

3 commenti, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1.   fermin sanchez ramirez suddetto

    ricevere un saluto speciale da un cittadino di una comunità contadina nel distretto di condormarca provincia di bolivar dipartimento di libertà, paese Perù. le mie congratulazioni per il grado di cultura di tutti i suoi cittadini, la tecnologia, le potenzialità di avere terre fertili d'acqua adatte per agricoltura e allevamento. Se posso chiederti alcuni video sull'applicazione della tecnologia in agricoltura e allevamento, spero di poter comunicare con persone dall'altra parte della terra. Grazie ciao a presto

  2.   Fery suddetto

    l'agricoltura è molto interessante e io chiaramente rimango hahahahaha

  3.   Felipe Antonio Zatarain Beltrán suddetto

    Mi interessa conoscere la tecnicizzazione dei distretti irrigui, in particolare quella dei canali (cancelli automatizzati)