Diversità culturale in Canada

Diversità culturale del Canada

La diversità culturale in Canada È una delle caratteristiche più importanti e distintive della società di questo paese. Non invano alla fine del decennio degli anni '70 questa nazione prese la bandiera del multiculturalismo, diventando uno degli stati che hanno promosso di più immigrazione.

Questa diversità è il risultato delle diverse tradizioni religiose e influenze culturali che, come paese di immigrati fin dalla sua nascita, hanno plasmato la identità canadese.

Popoli Indigeni del Canada

I popolazioni indigene del Canada, conosciute come "le prime nazioni" sono costituite da più di 600 gruppi etnici che parlano circa 60 lingue. La legge costituzionale del 1982 classifica questi popoli in tre grandi gruppi: Indiani, Inuit e Métis.

Prime Nazioni del Canada

I Popoli Indigeni Canadesi ("Prime Nazioni") oggi costituiscono circa il 5% della popolazione totale del paese.

Si stima che questa popolazione indigena sia circa 1.500.000 persone, cioè circa il 5% del totale del Paese. Più della metà di loro vive in comunità rurali o riserve separate.

Le due anime del Canada: inglese e francese

Già nel XVII secolo i territori che oggi fanno parte del Canada furono esplorati e colonizzati da inglesi e francesi, che le loro rispettive aree di influenza erano distribuite. La presenza europea in queste terre aumentò nel corso del XIX secolo attraverso grandi ondate migratorie.

Dopo aver ottenuto l'indipendenza nel 1867, i primi governi canadesi svilupparono una politica ostile nei confronti delle popolazioni indigene che è stata successivamente descritta come "Etnocidio". Di conseguenza, il peso demografico di queste città si ridusse drasticamente.

Québec Canada

In Quebec (Canada francofono) c'è un forte sentimento nazionale

Praticamente fino a mezzo secolo fa la stragrande maggioranza della popolazione canadese apparteneva ad uno dei due maggiori gruppi europei: quello francese (geograficamente concentrato nella provincia di Québec) e britannico. Le basi culturali del paese si basano su queste due nazionalità.

Circa il 60% dei canadesi ha l'inglese come lingua madre, mentre il francese è il 25%.

Immigrazione e diversità culturale

A partire dagli anni '60, le leggi e le restrizioni sull'immigrazione che hanno favorito l'immigrazione dall'Europa e dagli Stati Uniti sono state modificate. Ciò ha provocato una marea di immigrati dall'Africa, dall'Asia e dalla regione dei Caraibi.

Il tasso di immigrazione del Canada è attualmente uno dei più alti al mondo. Ciò si spiega con la buona salute della sua economia (che funge da pretesa per le persone dei paesi più poveri) e la sua politica di ricongiungimento familiare. D'altronde il Canada è anche uno degli stati occidentali che ospita il maggior numero di profughi.

Nel censimento del 2016, nel paese compaiono fino a 34 diversi gruppi etnici. Di questi, una dozzina supera il milione di persone. La diversità culturale in Canada è probabilmente la più grande dell'intero pianeta.

27 giugno Canada

Lo status del Canada come paese multiculturale è stato sancito nel 1998 con il Legge sul multiculturalismo canadese. Questa legge obbliga il governo canadese a garantire che tutti i suoi cittadini siano trattati allo stesso modo dallo stato, che deve rispettare e celebrare la diversità. Tra le altre cose, questa legge riconosce i diritti delle popolazioni indigene e difende l'uguaglianza e i diritti delle persone indipendentemente da razza, colore, ascendenza, origine nazionale o etnica, credo o religione.

Ogni 27 giugno, il paese celebra il Giornata del multiculturalismo.

Lodi e critiche

La diversità culturale del Canada è oggi un segno di identità di questo Paese. È considerato il miglior esempio di una società diversificata, tollerante e aperta. L'accoglienza e l'integrazione di coloro che sono giunti nel Paese da quasi tutte le parti del mondo è un traguardo molto ammirato al di fuori dei suoi confini.

Tuttavia, anche l'impegno determinato dei successivi governi canadesi al multiculturalismo è stato oggetto di dure critico. I più feroci provengono proprio da alcuni settori della stessa società canadese, in particolare nella regione del Québec.

Il Canada come mosaico culturale

Il mosaico culturale del Canada

I critici sostengono che il multiculturalismo promuove la creazione di geutos e incoraggia i membri di diversi gruppi etnici a guardarsi dentro e sottolineare le differenze tra i gruppi piuttosto che sottolineare i loro diritti condivisi o identità come cittadini canadesi.

Diversità culturale in Canada in numeri

Le statistiche pubblicate regolarmente dal governo canadese riflettono fedelmente la diversità culturale del paese. Ecco alcuni dei più significativi:

Popolazione canadese (38 milioni nel 2021) per etnia:

  • 72,9% europeo
  • Asiatico 17,7%
  • Nativi americani 4,9%
  • Africani 3,1%
  • latinoamericani 1,3%
  • Oceanico 0,2%

Lingue parlate in Canada:

  • Inglese 56% (lingua ufficiale)
  • Francese 22% (lingua ufficiale)
  • cinese 3,5%
  • Punjabi 1,6%
  • Tagalog 1,5%
  • 1,4 spagnolo%
  • arabo 1,4%
  • tedesco 1,2%
  • italiano 1,1%

Religioni in Canada:

  • Cristianesimo 67,2% (più della metà dei cristiani canadesi sono cattolici e un quinto protestanti)
  • Islam 3,2%
  • Induismo 1,5%
  • Sikhismo 1,4%
  • Buddismo 1,1%
  • ebraismo 1.0%
  • Altri 0,6%

Circa il 24% dei canadesi si definisce ateo o dichiara di non essere seguace di alcuna religione.

 


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*