Monumenti religiosi in Québec

La Basilica di Sainte-Anne-de-Beaupré È un grande luogo di pellegrinaggio cattolico romano e ha una copia della Pietà di Michelangelo (l'originale è nella Città del Vaticano). La basilica è anche conosciuta come luogo dei miracoli.

Uno dei costruttori originali della chiesa, Louis Guimont, ha contribuito a costruire la chiesa nonostante avesse una grave scoliosi e avesse bisogno dell'aiuto di una stampella. Quando la chiesa fu completata, fu in grado di camminare in modo indipendente. I successivi visitatori della chiesa che hanno pregato hanno lasciato bastoni, stampelle e ausili per la deambulazione come testimonianza della loro guarigione. Il muro principale quando si entra per la prima volta nella basilica è completamente ricoperto di stampelle.

Sebbene risalga al 1926, l'attuale basilica contiene una serie di sculture e opere d'arte del XVIII secolo. L'interno è una gioia per gli occhi, ricco di dettagli affascinanti.

Le 240 vetrate colorate sono state create utilizzando una nuova tecnica che inonda meravigliosamente la luce. Il tetto e le pareti della chiesa sono ricoperti di mosaici della vita di Sant'Anna, dei Santi del Canada, 88 scene della vita di Gesù e disegni figurativi e geometrici. Le estremità delle panche di legno raccontano la storia della Creazione, con figure scolpite di animali e piante.

Ma il fulcro dei pellegrini a Sainte-Anne-de-Beaupré non è l'architettura, ma la statua miracolosa di Sant'Anna. Scolpita da un unico pezzo di quercia massiccio, che è colorato in modo colorato e indossa una corona d'oro con diamanti e rubini e perle. Ana appare portando suo figlio, la Beata Vergine Maria.

La basilica ha due livelli. Il livello superiore è la navata principale, il piano terra ospita la Cappella dell'Immacolata Concezione, con una grande statua di Maria, e la Cappella del Santissimo Sacramento, dove si è svolta la messa.

Sempre al piano inferiore si trova la tomba del Venerabile Padre Alfred Pampalon (1867-1896), un sacerdote redentorista dichiarato Venerabile da Papa Giovanni Paolo II il 14 maggio 1991. Viene chiamato specialmente da persone con dipendenza da alcol e droghe.

Sul posto si trova anche il moderno e ben progettato Sainte-Anne-Museum, che racconta la storia della devozione a Sant'Anna con esposizioni di manufatti, una selezione di ex-voti e mostre esplicative.

La basilica è il fulcro di un grande complesso di santuari, che comprende molte altre cappelle, una e sacra, un insieme a grandezza naturale della Via Crucis e una replica della Scala Santa (Scala Santa) a Roma.


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*