Stereotipi sull'India

Immagine | Pixabay

Nella società odierna, il concetto di stereotipo sta acquisendo sempre più importanza. Viviamo circondati da loro, vengono ripetuti o criticati a causa della loro connessione con i pregiudizi. È una delle questioni più controverse che sono costantemente sottoposte a revisione.

Viaggiare è la migliore medicina contro stereotipi e pregiudizi. Apre la nostra mente in mille modi e ci fa maturare per capire il mondo e, in generale, tante cose della vita.

Tutti i paesi hanno stereotipi. Ad esempio, in Inghilterra il cibo è pessimo, che in Francia sono molto orgogliosi o che in Spagna tutti sanno ballare il flamenco. La stessa cosa accade in paesi lontani come l'India. Ma, Quali sono gli stereotipi più comuni sull'India?

Che cos'è uno stereotipo?

Secondo la RAE (Royal Spanish Academy) uno stereotipo è "un'immagine o un'idea comunemente accettata da un gruppo o società con un carattere immutabile". Cioè, una percezione generalizzata di ciò che qualcuno potrebbe credere su un gruppo di persone con caratteristiche, qualità o comportamenti. Questi stereotipi sono socialmente costruiti e danno un'idea del carattere o dei costumi di un luogo.

Quali sono gli stereotipi sull'India?

Immagine | Pixabay

Prendi sempre precauzioni con il cibo indiano

Il cibo indiano è delizioso! Tuttavia, probabilmente hai sentito in molte occasioni che Quando viaggi in campagna dovresti stare attento perché puoi stare male se mangi nelle bancarelle. In realtà, questo è qualcosa che può accadere ovunque se acquistiamo cibo in luoghi dall'igiene discutibile o se beviamo acqua non in bottiglia.

Con alcune linee guida minime, potrete gustare la cucina indiana senza soffrire della nota gastroenterite del viaggiatore o soffrire di qualche decimo di febbre. Non c'è bisogno di ossessionarsi!

D'altra parte c'è uno stereotipo che tutto il cibo indiano è piccante. Molte persone non amano o esitano a provare il cibo indiano perché credono che tutti i piatti siano super piccanti e che daranno loro mal di stomaco perché non sono abituati, ma niente è più lontano dalla verità.

Questo è un cliché perché non tutto il cibo indiano è piccante. Ci sono infatti piatti che non sono come Dal Makhani, una zuppa di lenticchie aromatizzata con coriandolo fresco. O la salsa korma, un tipo di curry delicato a base di noci e panna. Non possiamo dimenticare nemmeno la salsa raita, fatta con cetriolo e yogurt che rinfrescherà ogni piatto.

Gli indiani sono incantatori di serpenti

Molte persone credono che gli indiani siano incantatori di serpenti. Tuttavia, la realtà è che la pratica di incantare i serpenti non è legale in alcuni luoghi e quindi vietata in India, anche se esistono ancora oggi alcuni incantatori di serpenti.

Immagine | Pixabay

Gli indiani sono poveri, ma felici

Quando è uscito il film Slumdog Millionaire, la povertà riflessa negli slum in cui si è svolta l'azione ha avuto un grande impatto sul modo in cui l'India era percepita nel resto del mondo. Molti viaggiatori sono sorpresi di vedere la situazione di povertà in cui vivono molte persone in India, affrontando le difficoltà di ogni giorno con un sorriso. Ma contrariamente alla credenza popolare, non tutto il paese è povero.

Alcune delle persone più ricche del pianeta vivono in India e negli ultimi tempi sta emergendo una fiorente classe media grazie a miglioramenti educativi e occupazionali. Sempre più persone fuggono dalla povertà e raggiungono una vita migliore.

L'India è caotica e trascurata

Nonostante possano esserci zone meno attrezzate e il traffico a volte caotico, in India come in tutti i paesi ci sono anche zone dove abbondano parchi, hotel di lusso e centri commerciali, buoni ristoranti e locali notturni alla moda per il divertimento sia dei locali che dei turisti.

Gli indiani parlano hindi

Questo stereotipo è diffuso all'estero. Molte persone credono erroneamente che la parola "Hindu" si riferisca sia alla religione che alla lingua ufficiale dell'India. Tuttavia, questo non è il caso poiché la lingua si chiama hindi mentre i praticanti dell'induismo sono chiamati indù.

Inoltre, L'hindi non è l'unica lingua del paese poiché ogni regione ha la propria lingua. Molti viaggiatori sono sorpresi di scoprire che ci sono indiani che non parlano hindi ma è una realtà. In alcune scuole, infatti, l'hindi non viene insegnato e questo è particolarmente vero nel sud dell'India dove si parlano lingue di origine dravidica.

L'hindi è una lingua parlata prevalentemente nel nord dell'India, ma per molti indiani è la seconda lingua. L'inglese, nel frattempo, è ampiamente parlato in tutto il paese.

Immagine | Pixabay

Tutte le donne indiane indossano il sari

Il sari è l'abito tradizionale delle donne dell'India e un'icona culturale. La parola "sari" deriva dal sanscrito e significa "fascia di stoffa" perché questo costume è realizzato con un pezzo di stoffa senza cuciture che viene passato sopra la testa e avvolge il corpo della donna come una tunica.

È un abito bello, elegante e senza tempo. Tuttavia, le donne indiane non indossano solo sari, ma spesso indossano altri tipi di abbigliamento, sia formali che casual. Ad esempio, per l'uso quotidiano ci sono donne che indossano il salwar kameez (composto da tunica e pantaloni larghi insieme a una sciarpa) soprattutto nel nord dell'India. Altri scelgono abiti occidentali nelle grandi città combinando entrambe le mode.

Tutti gli indiani fanno yoga e dicono Namaste

Lo yoga è una pratica che, attraverso diverse posture ed esercizi, connette il respiro, la mente e il corpo. Gli indiani ne conoscono i benefici da secoli ma in Occidente è negli ultimi tempi che è diventato molto popolare. Questo è il motivo per cui molti stranieri pensano all'India e alla sua cultura come a una mecca spirituale. Tuttavia, non tutti gli indiani incorporano lo yoga nella loro vita quotidiana. Questo è uno stereotipo.

D'altra parte, sebbene la parola namaste sia parte integrante della cultura del Paese, nelle grandi città attualmente riservato a situazioni formali o per interagire con persone anziane. Inoltre, è più comune nelle regioni settentrionali dove si parla l'hindi puro mentre è meno comune nell'India meridionale, dove l'hindi non è la prima lingua.

Le mucche vagano per le strade

Una delle prime immagini che ci vengono in mente quando pensiamo all'India sono le mucche sacre. Vagano davvero per le strade delle città dell'India? Esatto, questo stereotipo è vero. Non ti ci vorrà molto per individuarli mentre passeggiano per qualsiasi città. Camminano con calma nel traffico, quindi i conducenti devono stare attenti a evitare incidenti.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Un commento, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1.   anonimo suddetto

    okokokokokokokokokok