La rosa Tudor, fiore nazionale dell'Inghilterra

Tudor Rose

La Tudor Rose (a volte chiamato Union rose o semplicemente English Rose) è l'emblema araldico nazionale dell'Inghilterra fin dal tardo Medioevo. Questo fiore prende il nome dal casa dei Tudor, la dinastia che unì le casate nobili di Lancaster e York.

Nel scudi tradizionali dell'Inghilterra, questa rosa appare rappresentata con cinque petali bianchi (che rappresentano la Casa di York) e altri cinque rossi (per quello di Lancaster). Tuttavia, nel mondo della floristica, la rosa Tudor è rosa, una tonalità che è il risultato della miscela della rosa rossa e della rosa bianca.

origini storiche Historical

La rosa Tudor ha una potente carica simbolica in quanto rappresenta la fine della chiamata Guerra delle rose, il conflitto armato che ha affrontato le due più potenti famiglie aristocratiche in Inghilterra nel corso del XV secolo.

La guerra terminò con la vittoria di Enrico di Lancaster nel Battaglia di Bosworth Field (1485). Il vincitore si proclamò re con il nome di Enrico VII, anche se un anno dopo prese in moglie Elisabetta di York, unendo così entrambe le famiglie e materializzando la riconciliazione. Per illustrare questa nuova unità in un unico simbolo, fu adottata la rosa bicolore (poi rosa rosa), che da quel momento in poi sarà conosciuta come rosa Tudor o rosa dell'unione.

Al di là della leggenda, la realtà storica afferma che durante la sanguinosa guerra civile inglese esisteva solo il simbolo della rosa bianca, utilizzato dalla casata degli York. Apparentemente, la rosa rossa fu adottata dopo la fine del conflitto al solo scopo di creare il nuovo stemma. Un mezzo di propaganda del tempo per consolidare la nuova unità nazionale e sigillare vecchie ferite.

Tudor Rose

La Tudor Rose, frutto dell'unione tra gli emblemi della Casa di Lancaster (rosa rossa) e della Casa di York (rosa bianca).

Da allora, nel corso della storia dell'Inghilterra, la rosa dei Tudor è stata rappresentata nei modi più diversi. A volte come a doppia rosa, altri con una delle rose sovrapposte all'altra e, più spesso, da single rosa fusa. Molto diffusa è anche la rappresentazione della rosa sormontata da una corona, come simbolo della monarchia britannica unificata.

Rosa Tudor: simbolo dell'Inghilterra

Oggi la rosa Tudor è considerata la simbolo ufficiale dell'Inghilterra, anche se non del Regno Unito. In realtà, ognuna delle quattro nazioni che compongono il Paese utilizza un proprio emblema: Scozia ha il cardo, Galles il porro e Irlanda del Nord il trifoglio, che è anche il simbolo della Repubblica d'Irlanda.

La rosa Tudor si trova sullo stemma ufficiale dei Guardiani del Torre di Londra e il corpo delle guardie del corpo della regina. È apparso anche per molti anni sul retro del Moneta da 20 centesimi. Ovviamente presiede anche il stemma del Regno Unito e della Corte Suprema da questo paese.

Oltre a questo, i fan del rugby sanno benissimo che la rosa sindacale è presente sulle maglie dei giocatori della nazionale inglese.

Inghilterra di rugby

Giocatori della squadra inglese di rugby, con la rosa sul petto

Molte città inglesi indossano con orgoglio il English Rose nei tuoi simboli locali. Uno dei più conosciuti è Sutton Coldfield, nei pressi di Birmingham, alla quale lo stesso Enrico VIII concesse lo status di Ciudad Real. La rosa dei Tudor compare anche sullo stemma della città universitaria di Oxford.

Allo stesso modo, va notato che la rosa è utilizzata in tutti i documenti e siti del Ufficio del turismo dell'Inghilterra (Visita Inghilterra), seppur con un disegno monocromatico.

La rosa lontana dall'Inghilterra

Ma la famosa rosa dell'unione compare anche in altre località lontane dall'Inghilterra. Ad esempio, il distretto e la contea di Queens a New York City, indossa una rosa Tudor sulla sua bandiera e sigillo ufficiale. Anche lo striscione di Annapolis nel Maryland, presenta una rosa Tudor accanto a un cardo scozzese, entrambi sormontati da una corona.

Senza lasciare gli Stati Uniti, ce n'è un altro curiosità storica e geografica nello stato del South Carolina. Lì possiamo trovare una città chiamata York, conosciuta come «la città della rosa bianca». A soli 50 chilometri, in direzione sud-est e senza lasciare lo stato, c'è un altro paese che porta il nome di Lancaster. E il soprannome di questa città è, ovviamente, "la città della rosa rossa".

Infine, possiamo trovare anche la rosa Tudor nel stemma del Canada, una traccia dell'era coloniale britannica che ha resistito nel tempo.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*