Grecia, la nobiltà senza regno ma con soldi, fama e libri

Tatiana dalla Grecia

Quando leggi la storia di i re di Grecia Non puoi fare a meno di chiederti se ci sono greci che prendono sul serio la "famiglia reale greca". Al di là del fatto che la nobiltà è pura obsolescenza, o se vuoi un espediente pubblicitario puro a questo punto, non ci sarebbero molte ragioni per l'esistenza di un forte legame tra il popolo greco e il re. Costantino II. La Grecia non riconosce i titoli reali lanciati dal nobile signore, che alla fine è anche il principe di Danimarca poiché discendente del re danese Cristián IX.

Davvero Fu re di Grecia per un breve periodo, dal 1964 al 1967Ma quegli anni gli bastarono per giurare fedeltà alla giunta militare che depose il governo con un colpo di stato, che non gli valse esattamente la simpatia del popolo. Alla fine dovette andare in esilio e dopo un referendum popolare il re rimase senza corona né regno. I suoi figli non sono cresciuti in Grecia, nemmeno lui, ma ehi, sono ancora la famiglia reale greca, anche se lo è per la galleria.

Il fatto è che mentre la principessa Chantal di Grecia non è molto amata da queste parti, sembra che sia la principessa Tatiana dalla Grecia fai di meglio. Ha presentato un libro intitolato Taste of Greece, dopo aver vissuto tre anni in campagna. Il libro è un libro di cucina e raccoglie le ricette preferite della cucina greca che piacciono di più ai personaggi di tutto il mondo. Il denaro raccolto andrà a un'organizzazione senza scopo di lucro che dona cibo chiamato BOROUME.

Persone in Grecia martoriate da una crisi che non finisce più, sicuramente si staranno chiedendo cosa me ne frega di un libro di cucina? Cosa mi importa che una principessa che non è greca consideri la Grecia quasi pubblicamente come la sua casa? In breve, i ricchi fanno beneficenza ma i governi di destra votano. Cosa ne pensi?


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*