Storia della danza greca

L'inizio del ballare in grecia Non è chiaro, è noto che la danza ha svolto un ruolo importante nella vita dei greci nel corso della storia.

Nelle vecchie comunità greco il danze Erano molto ammirati, infatti nei suoi scritti Platone espresse la sua fede nella virtù dei balli esprimendo che un uomo che non ballava era inelegante e ignorante.

Alle celebrazioni in onore di Demetra, Era e Artemide e nelle feste panatenee in cui Atena era onorata, le fanciulle danzavano con una lunga tunica fino ai piedi.

Una delle città più prestigiose della Grecia classica arrivò a Delfi ballerini che provenivano dalle regioni più remote, poiché nell'antichità il danza era una parte importante della religione.

Come un caso dell'origine mitologica di alcune danze è la storia di Teseo che uccise il minotauro nel labirinto di Cnosso.

Quando tornò ad Atene, Teseo si fermò a Delo per fare un sacrificio agli dei per averlo salvato, mentre il sacrificio durava inventò una sorta di danza che imitava i movimenti dei serpenti che rappresentavano il sentiero aspro che aveva dovuto percorrere il labirinto nella sua lotta con il minotauro.

È conosciuto come la danza del labirinto o Geranos come veniva chiamato nei testi antichi, oggi è ballato in molte regioni della Grecia

Al giorno d'oggi, i balli tradizionali vengono tramandati di generazione in generazione mentre le persone si dilettano in loro in qualsiasi tipo di celebrazione.

Alcuni di questi balli sono considerati panellenici, il che significa che provengono da tutta la Grecia come i Kalamatianós e gli Tsámikos.

Tuttavia, ogni regione ha conservato i propri balli dove non tutti sono così popolari che corrono il rischio di essere dimenticati dalla crescente diffusione di balli da altre regioni più grandi.

Sono gli anziani che si preoccupano che questi balli non vadano persi insegnando ai giovani.

Nonostante il fatto che i balli siano nati in diverse regioni, hanno molte somiglianze tra loro come il modo di tenersi per mano, la giusta postura, la formazione delle danze e gli elementi che usano.

Il cerchio non può essere assente in nessuna di esse chiuso o aperto facendo una catena o intrecciando le braccia che tengono le mani o le spalle.

Chi guida la fila è il creatore dei passi come se stesse ballando, lo adorna solo a modo suo e gli dà un tocco così meraviglioso da trasformarlo in una danza colorata.

Ogni persona che si alza per ballare in quel momento è RE indipendentemente dalla sua classe sociale o situazione economica.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

3 commenti, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1.   meriel rosso suddetto

    Questa pagina è molto divertente per tutte le culture, ci sono in questo settore, grazie per tutto il materiale e ci danno baii

  2.   osvaldo suddetto

    Conosco solo la musica di Sorva il greco. e mi piace, immagino che anche altri balli con altri ritmi saranno belli

  3.   osvaldo suddetto

    Il materiale informatico è molto buono, sui balli greci, sono un insegnante di danze native argentine, che vengono trasmesse di generazione in generazione e grazie a Dio ci sono molte accademie che insegnano loro a ballare, altrimenti sarebbero perse nell'abisso del tempo