Halloween in Italia

Immagine | Pixabay

Due delle date più importanti indicate nel calendario italiano sono Ognissanti (noto anche come Tutti i Santi) che si celebra il 1 novembre e il Giorno dei morti (Il Giorno dei Morti), che si svolge il 2 novembre. Si tratta di due feste di carattere religioso e familiare dove i suoi membri si incontrano per ricordare chi non c'è più. e venerare i consacrati da Dio.

Entrambe le feste vengono celebrate in paesi di tradizione cristiana ma in modi diversi. Nei paesi anglosassoni si festeggia Halloween mentre nei paesi di eredità cattolica si celebra il giorno di Ognissanti e il giorno dei defunti. Nel prossimo post approfondiremo questa domanda e come si festeggia Halloween in Italia.

Come si celebra Ognissanti in Italia?

Il giorno di Tutti i Santi è una festa diversa dal giorno de Il Giorno dei Morti. Il 1 novembre vengono commemorati in modo speciale tutti quei beati o santi che hanno vissuto in modo speciale la loro fede o sono morti per essa e che, passato il purgatorio, si sono santificati e vivono già nel regno dei cieli alla presenza di Dio.

È comune in Italia e in altri paesi di tradizione cattolica celebrare questo giorno esponendo le reliquie dei santi in grandi chiese e cattedrali.

Come si celebra la Giornata dei defunti in Italia?

Immagine | Pixabay

È una festa nazionale. All'alba di quel giorno nelle chiese si celebra un requiem per il defunto e per il resto della giornata gli italiani frequentano i cimiteri per portare i fiori con cui onorano i loro parenti defunti, in particolare i crisantemi, e vegliano sulle tombe dei loro cari. Questo giorno si svolge il 2 novembre e il suo scopo è pregare per coloro che sono morti per ricordare la loro memoria e chiedere a Dio di accoglierli al suo fianco.

Inoltre, Gli italiani cucinano spesso una torta tradizionale a forma di fagiolo nota come "ossa dei morti" anche se viene spesso chiamata anche "la torta dei morti". È sempre presente alle riunioni di famiglia in questi giorni perché si ritiene che il defunto ritorni quel giorno per partecipare al banchetto.

Le famiglie più tradizionali preparano la tavola e vanno in chiesa a pregare per coloro che se ne sono andati. Le porte vengono lasciate aperte in modo che le anime possano entrare in casa e nessuno tocchi il cibo finché la famiglia non torna dalla chiesa.

E in alcune regioni italiane?

  • sicilia: Durante la notte di Ognissanti in questa regione si crede che i defunti della famiglia vogliano lasciare doni per i più piccoli insieme ai frutti della Martorana e ad altri dolci.
  • Massa Carrara: In questa provincia si distribuisce cibo ai bisognosi e si offre loro un bicchiere di vino. I bambini spesso fanno una collana fatta di castagne e mele bollite.
  • Monte Argentario: In questa zona la tradizione era quella di mettere le scarpe sulle tombe dei defunti perché si pensava che la notte del 2 novembre la loro anima sarebbe tornata nel mondo dei vivi.
  • Nelle comunità del sud Italia Si rende omaggio al defunto secondo la tradizione orientale del rito greco-bizantino e le celebrazioni si svolgono nelle settimane precedenti l'inizio della Quaresima.

Cos'è Halloween?

Immagine | Pixabay

Come ho detto nelle righe precedenti, Halloween si celebra nei paesi di tradizione anglosassone. Questa celebrazione ha le sue radici in un'antica festa celtica chiamata Samhain, che ha avuto luogo alla fine dell'estate, quando la stagione del raccolto si è conclusa e il nuovo anno è iniziato in coincidenza con il solstizio d'autunno.

Al tempo Si credeva che gli spiriti dei morti camminassero tra i vivi nella notte di Halloween, 31 ottobre. Per questo motivo era consuetudine eseguire determinati rituali per comunicare con il defunto e accendere una candela in modo che potessero trovare la loro strada verso l'altro mondo.

Oggi la festa di Halloween è molto diversa dall'originale. Sicuramente l'hai visto innumerevoli volte nei film! Ora il significato soprannaturale di Halloween è stato messo da parte lascia il posto a una celebrazione di natura giocosa, dove l'obiettivo principale è divertirsi in compagnia di amici.

Come si celebra Halloween oggi?

La maggior parte delle persone si traveste per feste in casa o esce con gli amici in discoteca per divertirsi a eventi a tema. In questo senso, bar, caffè, discoteche e altri tipi di negozi si sforzano di decorare tutti gli stabilimenti con il tema tipico della festa.

L'emblema decorativo di questa tradizione è Jack-O'-Lantern, una zucca scolpita sulla sua faccia esterna con facce cupe e il cui interno viene svuotato per posizionare una candela al suo interno e illuminarlo. Il risultato è spaventoso! Tuttavia, vengono utilizzati anche altri motivi ornamentali come ragnatele, scheletri, pipistrelli, streghe, ecc.

Conosci il dolcetto o scherzetto di Halloween?

Anche i bambini si divertono molto ad Halloween. Come gli adulti Si travestono per girare le case del loro quartiere in gruppo chiedendo ai vicini di dare loro dei dolci attraverso il famoso "dolcetto o scherzetto". Ma in cosa consiste?

Molto facile! Quando bussano alla porta del tuo vicino ad Halloween, i bambini propongono di accettare un trucco o di fare un accordo. Se sceglie il trattamento, i bambini ricevono le caramelle, ma se il vicino sceglie il trattamento, i bambini fanno una piccola battuta o uno scherzo per non aver dato loro i dolci.

E come si festeggia Halloween in Italia?

Immagine | Pixabay

Nonostante sia una festa di origine anglosassone, si è diffusa molto in tutta Italia ed è celebrata soprattutto dagli adulti, non tanto dai bambini, quindi è davvero eccezionale vederli fare il "dolcetto o scherzetto" in giro per casa.

La maggior parte degli italiani si traveste per andare alle feste nei club o nelle case per divertirsi in compagnia di amici, bevendo qualche drink e ballando fino all'alba.

In Italia i negozi sono anche decorati con motivi decorativi tipici di Halloween come zucche, mostri, ragnatele, pipistrelli, streghe o fantasmi, tra gli altri.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*